Influencer Marketing e Content Marketing

Influencer marketing - content marketing

Influencer marketing e content marketing per una strategia di successo sul web e sui social network.

Nell’ultima decade abbiamo assistito ad una vera e propria “rivoluzione” della comunicazione, grazie agli strumenti digitali e all’avvento delle piattaforme social.

Il passaparola, pur rimanendo uno degli strumenti più efficaci dal punto di vista comunicativo, ha ceduto il passo a figure professionali ad hoc, in grado di veicolare i propri followers o seguaci all’acquisto di prodotti e servizi sponsorizzati. Infatti, attraverso i social media, si è fatto strada un numero crescente di blogger, influencer (Tik Tok | Instagram | Facebook), Youtubers, opinionisti e chi più ne ha più ne metta.

Difatti, i grandi marchi, le piccole aziende o start-up hanno ridisegnato completamente la propria strategia di comunicazione, affidando la promozione dei propri servizi e prodotti agli influencer marketing. Dati alla mano, un rapporto di Sensei Marketing, rivela che il 74% delle imprese, decide di pianificare la propria strategia di comunicazione attraverso l’ausilio di personaggi influenti. Possiamo affermare con certezza che questa scelta è sicuramente ponderata e giustificata dall’altissimo numero di utenti raggiungibili e per la risonanza mediatica che ne scaturisce. Ma fate bene attenzione! Questo non significa che affidare la promozione e comunicazione della propria attività ad un influencer sia sempre e comunque una strategia vincente, anzi. Ogni scelta aziendale necessita comunque di un’attenta analisi e strategia, che prenda in considerazione diversi aspetti, in relazione all’obiettivo prefissato: analisi della concorrenza, analisi del settore di riferimento, profilazione e target di riferimento.

Affidare la nostra comunicazione ad un influencer con 300k followers, non significa vendere il nostro servizio o prodotto, poiché quel pubblico potrebbe non essere interessato alla nostra offerta aziendale. Quindi, fate attenzione e affidatevi sempre a degli esperti prima di fare un investimento. 

CONTENT MARKETING

 

La frase “Content is the King” risale al lontano 1996 ed è stata formulata da Bill Gates. Sì, proprio lui. Ma ancora oggi è attualissima. Ogni strategia di marketing che si rispetti, deve partire essenzialmente dal contenuto. I consumatori di oggi, sono cambiati e sono diventati sempre più esigenti, andando a ricercare i prodotti prima di acquistarli o il prezzo più basso sul mercato. Quindi, conquistare una parte di potenziali clienti, non è affatto semplice e scontato. 

Quante volte ci capita di vedere post o stories in cui vengono sponsorizzati dei prodotti poco affini alla pagina seguita? Oppure, influencer o presunti tali che hanno pubblicato contenuti di ogni tipo, senza una logica? In questo caso si avrebbe un effetto boomerang, ossia: scarsa credibilità e reputazione, per l’azienda e per l’influencer. Da uno studio, risulta che il 47% degli utenti è stanco dei contenuti che appaiono non autentici e il 62% ritiene che le sponsorizzazioni di influencer poco credibili possono influenzare solo un pubblico facilmente impressionabile.
I professionisti del marketing dovrebbero assicurarsi di collaborare con influencer che hanno connessioni autentiche con il brand che sponsorizzano, che realizzino immagini e video autentici e creativi.

LE FASI OPERATIVE PER UNA GIUSTA STRATEGIA

Le fasi operative più importanti da considerare per la valutazione degli influencer e dei contenuti sono: definizione, engagement, content e coinvolgimento. 

-Scelta e definizione degli influencer in grado di trasformare la comunicazione in un ritorno economico, di immagine o reputazione. Si tratta di analizzare i contenuti presenti sulla pagina, il target di riferimento per coniugare la nostra offerta nel migliore dei modi. La definizione della partnership rappresenta una scelta importante per una strategia di successo;

-Molte pagine, profili e blog hanno migliaia di followers, ma quanti di loro sono realmente interessati ai contenuti? Quanti di loro sarebbero disposti ad acquistare i prodotti sponsorizzati? Ecco, queste sono le domande che dovremmo porci prima di fare delle scelte. Analizzare il tasso di coinvolgimento, interazioni, copertura e target, rappresentano solo il punto di partenza;

-Prima di instaurare un rapporto di collaborazione, è sicuramente necessario valutare in che modo comunicare con i nostri potenziali clienti. In questa fase bisogna avere cura dei contenuti e non lasciare nulla al caso. Ricorda, anche l’occhio vuole la sua parte e come disse il buon Bill Gates “Content is the King”;

-Bene, dopo aver analizzato ogni singolo aspetto, è necessario mantenere una linea di comunicazione coerente e autorevole, per rendere il nostro brand riconoscibile e credibile. Il tasso di conversione degli utenti in clienti è un elemento di valutazione importante, che bisogna preservare. Analisi, misurazione e monitoraggio delle attività di marketing, per controllare eventuali variazioni e per adottare le scelte giuste in modo tempestivo. 

Di seguito alcuni strumenti utili di analisi:

Google analytics;

Facebook insight;

Instagram insight;

Iconosquare;

Ninjalitics;

Tikanalytics.

Se sei interessato a questo argomento, ma non sai come attuare e realizzare le tue idee, contattaci. Strategies Lab – Marketing strategico | Cambia il volto del tuo business!